Parco nazionale Khao Yai in Thailandia foresta tropicale

 

Khao Yai, istituito nel 1962 come primo parco nazionale, è senza dubbio uno dei migliori parchi della Thailandia e il terzo in ordine di grandezza. Situato principalmente nella provincia di Nakhon Ratchasima, il parco si estende nelle province di Prachinburi, Saraburi e Nakhon Nayok. Il check-point principale del parco si trova a 180 km da Bangkok.

Il parco di Khao Yai si estende su una superficie di circa 2.160 km, dove predominano foreste aride e pluviali e foreste sempreverdi. L’altitudine media del parco nazionale varia da 400 a 1.000 metri sul livello del mare e la montagna più alta è Khao Rom di 1.351 metri. Ha una ricca varietà di piante che comprendono circa 2.000 specie. 

Il parco fa parte di Dong PhayayenKhao Yai, un’area forestale che è stata dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO e che copre 5 aree protette da Khao Yai al confine cambogiano; le altre aree protette sono i parchi nazionali Pang Sida, Thap Lan, Ta Phraya e il santuario della fauna selvatica Dong Yai.

Durante la stagione delle piogge ( da aprile a ottobre)  il tasso di umidità è elevato. Il resto dell’anno il clima è secco. Il periodo che va da novembre a febbraio è quello con il clima più fresco: durante il giorno la temperatura media è di 22° e di notte scende a 9-10°.

 

Elefanti presso il parco nazionale Khao Yai

Elefanti presso il parco nazionale Khao Yai

 

KHAO YAI: LA FAUNA SELVATICA

 

MAMMIFERI

 

I mammiferi presenti nel parco sono gli elefanti (ce ne sono circa 200), i macachi, i cervi, i gibboni, gli istrici, le civette zibetto (piccoli mammiferi carnivori che vivono sugli alberi), gli orsi neri asiatici, le lontre, i gaur (bisonti indiani), gli sciacalli e i cuon (cani selvatici asiatici). Inoltre si pensa che ci sia una grande popolazione di tigri, ma non c’è la certezza in quanto gli avvistamenti sono rari. 

 

UCCELLI

 

Gli addetti al parco mi hanno detto che al suo interno sono state segnalate circa 400 specie di uccelli per la gioia degli appassionati di birdwatching. Inoltre è presente una delle più grandi popolazioni di buceri in Thailandia. Il bucero l’ho visto quando sono andata a visitare il parco ed è un simpatico uccello variopinto con un becco curvo.

Altri uccelli che si possono avvistare sono il pettirosso, il picchio dalla gola a strisce, la beccaccia, il cuculo di terra, il fagiano argentato e la pernice verde.

I periodi migliori per l’avvistamento sono sia i mesi secchi, sia marzo e aprile, mesi in cui si verifica la migrazione dei grandi uccelli in Thailandia.

 

Il bucero al parco nazionale Khao Yai

Il bucero al parco nazionale Khao Yai

 

RETTILI

 

Durante la mia chiacchierata con una guida del parco nazionale Khao Yai, ho scoperto che al suo interno ci sono più di 85 specie di rettili, tra cui la vipera di Vogel, la vipera dagli occhi grandi e la vipera dalle labbra bianche (quest’ultima è anche la specie più comune di tutto il Paese in quanto predilige quote più basse).

Altre specie interessanti del parco sono il pitone reticolato, il pitone birmano e il cobra reale.

Nel parco è possibile avvistare anche bellissime lucertole colorate, come per esempio il drago d’acqua cinese, di medie dimensioni che si trova lungo i corsi d’acqua.

 

Pitone reticolato prezzo il parco nazionale Khao Yai

Pitone reticolato prezzo il parco nazionale Khao Yai

 

VISITARE IL PARCO

 

Il parco è una destinazione molto popolare sia per i turisti stranieri sia per quelli locali. L’ingresso principale si trova a Nord e la città più vicina è Pak Chong nella provincia di Nakhon Ratchasima. Il secondo ingresso è a Sud della provincia di Nakhon Nayok.

Da Bangkok ci vogliono circa 2,5 ore per raggiungere il parco in macchina e spesso mi capita di organizzare questa escursione ai miei viaggiatori che si fermano qualche giorno nella capitale. E tutte le volte che mando qualcuno al parco, prevedendo anche il tour all’interno con le guide esperte, rimangono tutti soddisfatti.

 

ADDENTRARSI NEL PARCO

 

Non è possibile percorrere da soli senza una guida i sentieri più lunghi del parco, in quanto stiamo parlando di una giungla con animali selvaggi ed è decisamente facile perdersi, viste le ampie distanze. Considerate che ci sono almeno 7 percorsi ufficiali da scegliere con la guida, che vi porterà anche in punti panoramici bellissimi. La mia guida era molto preparata e mi ha anche raccontato parechie nozioni interessanti di zoologia. 

Si possono percorrere da soli solo un paio di percorsi, uno lungo 800 metri che si trova dietro il centro visitatori e l’altro è un sentiero aperto recentemente che si chiama sentiero dell’amicizia thailandese-americano, anche questo non lontano dal centro visitatori. 

Il centro visitatori è situato all’interno del parco a circa 14 km dall’ingresso Nord, in una bella area dove vale la pensa fare una tappa perchè nella zona si possono già avvistare alcuni animali comuni del parco stesso come macachi e diverse specie di uccelli, per esempio si incontra spesso il martin pescatore.

 

Gibbone presso parco nazionale Khao Yai

Gibbone presso parco nazionale Khao Yai

 

TOUR NATURALISTICI

 

Vista anche la mia esperienza, prenoto spesso per i miei viaggiatori i tour della fauna selvatica, insieme a una guida con cui si addentrano nel cuore della giungla. Nella prenotazione metto anche il trasferimento da Bangkok ed eventualmente dagli hotel nella zona del parco.

Ci sono due tipi di tour, quello di gruppo che, sebbene più economico, non è flessibile, cioè segue un itinerario specifico e senza variazioni, e il tour privato, più flessibile, che può essere adattato alle esigenze di ogni turista.

I tour più popolari sono: il tour naturalistico di 1 giorno; il tour della fauna selvatica di 1 giorno con safari notturno; il tour naturalistico di 2 giorni; il tour naturalistico di 3 giorni; ci sono inoltre altri pacchetti che comprendono specifici tour fotografici o per chi fa birdwatching.

 

CASCATE

 

All’interno di Khao Yai ci sono molte cascate: Haew Narok, a tre livelli con un’altitudine totale di 150 metri, è la cascata più grande del parco; Haew Suwat, alta 20 metri, dove sono state girate molte scene di film tra cui famosa è la scena di The Beach, film interpretato da Leonardo Di Caprio (la scena del salto dalla cima della cascata).

Cascate più piccole sono Haew Sai Fai, Haew Pratoon, Pha Kluai, Nang Rong e Sarika.

 

CURIOSITÁ

 

La popolazione locale ama particolarmente questo parco e lo considerano la meta ideale per una fuga immersi nella natura durante le festività e i week-end.

Khao Yai in lingua thailandese significa ‘montagna grande’

Se volete chiedermi informazioni per un viaggio in Thailandia, se avete qualche curiosità o se volete conoscere nel dettaglio quali sono tutti i percorsi che si possono prenotare nel parco nazionale Khao Yai, contattatemi attraverso i miei riferimenti che trovate all’interno del blog oppure tramite il mio sito commerciale: https://thailandia.vispatour.com/it_IT/nessunrisultato.html

 

Cascate Haew Suwat parco nazionale Khao Yai

Cascate Haew Suwat parco nazionale Khao Yai

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *